• +39 051 0472271
  • info@ap-engineering.it
In Ultime News

Evoluzione e nuovi requisiti ROHS

Dal 22 luglio 2019 entreranno in vigore nuovi requisiti RoHS per particolari sostanze.
Il 2006 è stato l’anno in cui è stata applicata la prima Direttiva ROHS (Direttiva 2002/95/CE), che ha istituito per la prima volta norme riguardanti la restrizione all’uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature elettroniche, al fine di tutelare la salute umana e l’ambiente.

Piombo (Pb), mercurio (Hg), cadmio (Cd), cromo esavalente (Cr6+), bifenili polibromurati (PBB) ed eteri di difenil polibrominato (PBDE) sono state, quindi, le prime sostanze a conoscere restrizioni nel loro uso.

L’ulteriore sviluppo della normativa ROHS con l’emissione della Direttiva 2011/65/CE (RoHS 2) ha introdotto l’obbligo della marcatura CE ed i requisiti per la dichiarazione di conformità.

A partire dal 22 luglio 2019 quindi entrerà definitivamente in vigore la Direttiva 2015/863 (RoHS3), che introdurrà una serie di requisiti e restrizioni per quattro tipi di ftalati – DEHP, BBP, DBP e DIBP – con particolare attenzione ai dispositivi medici, compresi quelli in vitro, e gli strumenti di monitoraggio e controllo con certo impatto sulle prossime produzioni.